CorriereNerd.it

Walt Disney: Se puoi sognarlo, puoi farlo

“Se puoi sognarlo, puoi farlo” e poi : ” Spero che non perderemo mai di vista che tutto è cominciato da un topo “. Sono solo due delle frasi passate alla storia pronunciate dal leggendario Walt Disney, padre fondatore del cinema d’animazione moderno. A dir la verità non cominciò proprio tutto da un topo. Walter Elias Disney, questo è il nome completo, si avvicinò al mondo dell’animazione quasi per caso : trovò lavoro, infatti, presso la società d’animazione Kansas – City Ad in qualità di semplice ritagliatore di immagini, ma fu lì che scoppiò la scintilla.

Il giovane Walt ebbe una straordinaria intuizione : se fosse riuscito a far muovere e dare vita a degli inermi pezzi di carta avrebbe rivoluzionato il mondo del disegno! Così dopo svariati esperimenti tra carta e cinepresa, mise su uno studio di animazione insieme al suo fedele socio Ub Iwerks e grazie all’aiuto economico del fratello Roy, diede vita alle prime serie ” Laugh-o-grams “, ” Alice Comedies “, ” Osvald The Lucky Rabbit “. Ma la vera rivoluzione ebbe inizio solo qualche anno dopo : era il 18 novembre 1928 quando nel Colony Teather di New York, dopo la proiezione di un film di guerra, gli spettatori rimasero a bocca aperta alla visione del primo breve cartone animato accompagnato da una colonna sonora associata e sincronizzata alle immagini. Era nato Streamboat Willie, un topolino marinaio passato alla storia come Mickey Mouse. Il giorno dopo fu il tripudio. Il passo immediatamente successivo fu quello di prolungare la durata di questi primi cartoni animati (che venivano trasmessi in genere subito prima del film principale e duravano meno di dieci minuti) fino a farli durare tanto quanto un film  la sfida, salutata a Hollywood come una ” follia di Disney “, venne vinta nel 1937 quando uscì ” Biancaneve e i sette nani “, uno dei più grandi successi nella storia del cinema. Negli anni successivi seguirono altri capolavori quali ” Pinocchio “, ” Fantasia “, ” Dumbo “, ” Bambi “, ” Cenerentola ” fino ad arrivare ai giorni nostri.
Ormai divenuto una leggenda vivente, Disney allargò i suoi interessi anche fuori dal cinema e nel 1955 diede vita in California al parco di divertimenti Disneyland. Disneyland rappresenta la condensazione dei valori e dell’ideologia del suo straordinario inventore : è infatti un mondo nel mondo, un’isola felice in cui prendono vita i personaggi dei suoi cartoni, un mondo incantato dedicato ai bambini ma che attrae e affascina anche gli adulti, un mondo perfetto, colorato e meraviglioso. La popolarità di quello che viene oggi riconosciuto universalmente un genio illuminato, ha raggiunto ormai dimensioni planetarie e il suo nome oggi evoca parole quali immaginazione, ottimismo e successo. La storia di quest’uomo incarna infatti il sogno americano, il self-made man che partendo dal nulla ha portato avanti con tenacia le sue ” strambe idee ” e ha costruito un immenso ed imperituro impero. Di lui rimarrà per sempre, oltre alle sue innumerevoli creature meravigliose frutto della sua infinita fantasia, l’immagine di un uomo sicuro e sorridente che ha saputo dar corpo ai sogni. Perché a suo dire ” E’ qualcosa di divertente fare l’impossibile “.
Satyrnet

Satyrnet

C'è un mondo intero, c'è cultura, c'è Sapere, ci sono decine di migliaia di appassionati che come noi vogliono crescere senza però abbandonare il sorriso e la capacità di sognare.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!