CorriereNerd.it

L’orologio dell’apocalisse: un’arma metaforica contro la catastrofe

L’orologio dell’apocalisse è un metaforico segnatempo che calcola quanto mancherebbe a un’ipotetica fine del mondo in base agli eventi che si verificano. Ideato nel 1947 dalla federazione degli scienziati atomici, tra cui Albert Einstein, J. Robert Oppenheimer e Eugene Rabinowitch, l’orologio è stato aggiornato 23 volte nel corso degli anni, oscillando costantemente a seconda del periodo e delle emergenze che ha vissuto l’umanità.

La mezzanotte, simbolo della fine del mondo

Nella metafora dell’orologio, la mezzanotte simboleggia la fine del mondo, mentre i minuti precedenti rappresentano la distanza ipotetica dal catastrofico evento. Originariamente la mezzanotte rappresentava unicamente la guerra nucleare, mentre dal 2007 considera qualsiasi evento che può infliggere danni irrevocabili all’umanità, come le guerre in corso e i cambiamenti climatici.

Il 2023: l’anno più pericoloso dal 1953

Il 24 gennaio 2023, l’orologio dell’apocalisse ha raggiunto il suo punto più vicino alla mezzanotte, segnando 90 secondi alla fine del mondo. Questo record negativo è stato attribuito alla guerra in Ucraina, alla proliferazione delle armi nucleari e alla crisi climatica.

Il 2024: un anno di speranza?

A oggi, l’orologio dell’apocalisse segna le 23 e 58 minuti, è tornato quindi indietro di 30 secondi. Tuttavia, Rachel Bronson, ceo del Bulletin of the Atomic Scientists, ha dichiarato che “c’è ancora spazio per le revisioni finali”. La decisione finale sul nuovo posizionamento dell’orologio sarà presa dal consiglio direttivo del Bulletin of the Atomic Scientists a fine gennaio 2024.

Un’arma metaforica per sensibilizzare l’opinione pubblica

L’orologio dell’apocalisse è un potente strumento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui rischi che l’umanità corre. È un monito per tutti noi a lavorare per un futuro più sicuro e sostenibile.

maio

maio

Massimiliano Oliosi, nato a Roma nel 1981, laureato in giurisprudenza, ma amante degli eventi e dell'organizzazione di essi, dal 1999 tramite varie realtà associative locali e nazionali partecipa ad eventi su tutto il territorio nazionale con un occhio particolare al dietro le quinte, alla macchina che fa girare tutto.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!