CorriereNerd.it

Gli occhi del parco, il primo horror Disney

A prima vista sembra il titolo di un classico film horror, ed è proprio quello che sembra. Però, non tutti sapranno che Gli occhi del parco (The Watcher in the Woods), film del 1980, diretto dai registi John Hough e Vincent McEveety, è il primo film prodotto dalla Walt Disney Company ad avere un’ambientazione horror.

Tratto dal romanzo del 1976 A Watcher in the Woods di Florence Engel Randall, il film ebbe diversi problemi di produzione e venne ritirato dai cinema dopo la sua iniziale distribuzione avvenuta nel 1980. Il film venne nuovamente distribuito nei cinema nel 1981 con un nuovo finale.

Trovato per caso, ho deciso di vederlo, ovviamente si tratta sempre di un film degli anni ’80 quindi va collocato in quel contesto senza avere troppe pretese.

Trama

Il compositore americano Paul Curtis si trasferisce in Inghilterra con la moglie e i due figli Jan ed Ellie e si stabilisce nella vecchia casa di campagna della signora Alywood, un’abitazione gotica immersa nel verde e circondata da un bosco. La giovane Jan è la prima a notare inquietanti particolari: gli specchi riflettono immagini non reali, in tutta la casa si sentono voci sussurranti, gli oggetti scompaiono e riappaiono dove non dovrebbero trovarsi. Ben presto tutti i nuovi ospiti capiranno che la casa nasconde un segreto risalente a 30 anni prima.

Furono realizzati tre diversi finali alternativi per il film, presenti tra i contenuti speciali della versione in DVD della Anchor Bay uscita nel 2002.

Finale concepito inizialmente

Una sequenza “other world” era parte integrante del finale inizialmente concepito ma non fu mai completata. In questo finale fa la sua comparsa l’Osservatore, un insettoide alieno scheletrico, che entrato nella cappella rapisce Jan e sparisce con essa. L’alieno conduce la ragazza su un altro pianeta dove la sua astronave si è schiantata. All’interno di essa si trova Karen, intrappolata in un prisma piramidale. Jan allunga la mano a Karen e quando le due si abbracciano vengono teletrasportate dentro la cappella. Le ragazze poi ritornano a casa, dove Mrs. Aylwood e la figlia finalmente si riuniscono. Mentre camminano a braccetto, Jan spiega tutto ad Ellie: l’Osservatore, che è stato attivato accidentalmente da Karen durante l’eclissi solare, aveva bisogno di Jan per liberare Karen. Gli effetti visivi per le scene “other world” non sarebbero stati completati in tempo per l’uscita del film prevista in coincidenza con i cinquanta anni di carriera cinematografica di Bette Davis. Quindi la Disney decise di riscrivere e rigirare il finale tralasciando i riferimenti all’occulto, ritenendoli troppo cupi.

Finale cinematografico iniziale (1980)

Il primo finale cinematografico, proiettato in anteprima a New York City per una settimana, mostra solo una parte del finale che era inizialmente pensato, tralasciando la sequenza “other world” e sostituendola con un interrogatorio che fa Helen a Tom, Mary e John nella cappella, dopo che Jan è scomparsa durante la loro rievocazione della seduta. In questo finale è presente l’apparizione della creatura aliena che rapisce Jan e scompare nel nulla. Mentre Helen sta parlando con gli altri nella cappella, Jan riappare ed emerge da un fascio di luce, mano nella mano con Karen. Le ragazze tornano a casa, dove Mrs. Aylwood e Karen, si abbracciano nel cortile davanti a casa mentre Jan ed Ellie parlano dell’osservatore. Questo finale risulta quasi incomprensibile, dando l’impressione di non avere una conclusione. In esso è anche mancante la condanna di Mrs. Aylwood sulla ricreazione della seduta sulla base del fatto che era stregoneria. Dopo una settimana di anteprima, il film venne accolto male dalla critica e dal pubblico, che considerava gli effetti speciali usati per l’alieno troppo irrealistici, e venne ritirato dai cinema. Dopo che il film fu ritirato iniziò la realizzazione di un finale differente, senza interpellare il regista Hough.

Finale cinematografico (1981)

Quella uscita nelle sale nel 1981 è la versione ufficiale del film ed è quella reperibile su tutte le VHS e i DVD. L’aspetto dell’Osservatore è completamente diverso da quello precedente, meno minaccioso ma più soprannaturale: compare sotto forma di un’ectoplasmatica colonna di luce. La natura di Karen e il Watcher’s switch viene spiegato chiaramente da Ellie nella cappella mentre è posseduta dall’Osservatore. Il nuovo finale e le scene della foresta che hanno sostituito i titoli di testa originali sono state tutte dirette da Vincent McEveety anche se non è stato accreditato a causa di alcune norme sindacali.

Sembrerebbe che nel 2017 sia uscito un remake del film, diretto da  Melissa Joan Hart scritto da  Scott Abbott  con  Anjelica Huston, Tallulah Evans, Nicholas Galitzine.

Maria Merola

Maria Merola

Laureata in Beni Culturali, lavora nel campo del marketing e degli eventi. Ama Star Wars, il cosplay e tutto ciò che riguarda il mondo del fantastico, come rifugio dalla realtà quotidiana. In particolare è l'autrice del blog "La Terra in Mezzo" dedicato ai miti e alle leggende del suo Molise.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Nerd Artists Collective

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!