CorriereNerd.it

Star Wars: Visions Volume 2

Star Wars: Visions, l’attesa seconda stagione dell’acclamata serie animata antologica prodotta dalla Lucasfilm Animation, è finalmente arrivata. Come la prima stagione, questa serie è composta da nove episodi non canonici, cioè storie che non sono riconosciute come parte integrante dell’universo di Star Wars.

Se nella prima stagione la produzione dei cortometraggi era stata affidata principalmente a studi di animazione giapponesi, per questa seconda tornata la Lucasfilm ha deciso di fare un passo avanti e coinvolgere produzioni di tutto il mondo. Un rischio che avrebbe potuto compromettere la qualità complessiva della serie, ma che invece ha sorprendentemente garantito un livello di eccellenza paragonabile alla precedente produzione. Naturalmente, non tutti i corti hanno lo stesso valore artistico, ma sono presenti alcune gemme davvero interessanti.

Fortunatamente, la seconda stagione di questa antologia animata continua a offrire, per la maggior parte, idee interessanti che potrebbero facilmente diventare spunti per future serie televisive o persino film. La Lucasfilm non sta comunque con le mani in mano, poiché sembra che stia già lavorando alla terza stagione di Star Wars: Visions. Nonostante non ci sia ancora una conferma ufficiale da parte di Lucas o Disney, diversi studi di animazione hanno già iniziato a lavorare a questo ambizioso progetto.

Tratto e continua a leggere su:

https://www.tanadelcobra.com/star-wars-visions-stagione-2-la-recensione/
Scritto da MarcoF  

Di seguito i dettagli su ciascun cortometraggio e regista:

Titolo: “Sith”
Studio: El Guiri
Sceneggiatore-regista: Rodrigo Blaas

Rodrigo Blaas è un regista vincitore di un Emmy Award® che ha trascorso più di 20 anni nell’animazione. Dopo aver co-fondato la Stromboli Animation nel 1997, Blaas è entrato nei Blue Sky Studios nel 2000, lavorando al lungometraggio L’era glaciale, prima di passare ai Pixar Animation Studios. Qui ha lavorato a progetti come Alla ricerca di Nemo (2003), Gli Incredibili – Una “normale” famiglia di supereroi (2004), Ratatouille (2007) e Wall-E (2008) e al cortometraggio candidato all’Oscar® La Luna (2011). Più recentemente, Blaas ha collaborato con Guillermo del Toro per sviluppare la pluripremiata serie Trollhunters, è stato direttore creativo di Mikros Animation Paris e, nel 2021, ha creato El Guiri Studios a Madrid con la sua compagna, Cecile Hokes. Ha anche scritto e diretto il pluripremiato cortometraggio Alma del 2009.

Titolo: “Screecher’s Reach”
Studio: Cartoon Saloon
Regista: Paul Young

Paul Young è cofondatore di Cartoon Saloon, vincitore dell’IFTA e candidato agli Oscar®, Emmy® e BAFTA. Ha prodotto i lungometraggi animati Il drago di mio padre, WolfWalkers, The Secret of Kells, La canzone del mare e I racconti di Parvana – The Breadwinner, oltre a serie televisive pluripremiate come Puffin Rock, Dorg Van Dango e Viking Skool.

Titolo: “In the Stars”
Studio: Punkrobot
Sceneggiatore-regista: Gabriel Osorio

Gabriel Osorio si è laureato in Belle Arti all’Università del Cile, specializzandosi poi in animazione 3D. Dopo aver lavorato in spot pubblicitari, film e serie televisive, ha fondato Punkrobot Studio. Dal 2008 ha diretto progetti per la televisione per bambini, tra cui Flipos, Muelin y Perlita, Soccer Girls e spot televisivi. Nel 2016, il suo cortometraggio Bear Story è stato il primo progetto latinoamericano a vincere un Oscar® nella categoria dei cortometraggi animati.

Titolo: “I Am Your Mother”
Studio: Aardman
Regista: Magdalena Osinska

Magdalena Osinska è una regista pluripremiata che lavora con lo studio Aardman da otto anni. Ha diretto spot pubblicitari in stop-motion, CGI, 2D e live action, tra cui “The Great Sofa Caper” e “Share the Orange” di Wallace & Gromit. Osinska ha diretto lo sviluppo della serie per bambini Joyets, oltre a film come Spirits of the Piano e Zbigniev’s Cupboard. Diplomata alla National Film and Television School di Beaconsfield, nel Regno Unito, nonché alla Polish Film School di Lodz e all’Art College di Varsavia, Osinska sta attualmente sviluppando il lungometraggio Jasia, basato sui ricordi della nonna sulla Polonia della Seconda Guerra Mondiale.

Titolo: “Journey to the Dark Head”
Studio: Studio Mir
Regista: Hyeong Geun Park

L’astro nascente Hyeong Geun Park si era già fatto un nome quando è entrato nell’industria dell’animazione coreana nel 2017, grazie alla sua forte sensibilità nel disegno e nell’animazione. Ha diretto l’animazione di decine di trailer di giochi cinematografici e da allora il suo impegno si è esteso alle serie animate, lavorando a progetti come Dota: Dragonì’s Blood: Book 3 (2022) e Lookism (2022). “Journey to the Dark Head” è il primo titolo che ha prodotto a livello esecutivo dall’inizio alla fine.

Titolo: “The Spy Dancer”
Studio: Studio La Cachette
Sceneggiatore-regista: Julien Chheng

Julien Chheng è CEO dello Studio La Cachette, uno studio di animazione francese vincitore di un Emmy Award® che ha co-fondato nel 2014 insieme agli ex allievi della scuola Gobelins Oussama Bouacheria e Ulysse Malassagne. Chheng ha seguito una formazione in sviluppo visivo presso Disney e ha lavorato come animatore di personaggi negli acclamati lungometraggi d’animazione 2D Le Chat du rabbin, Mune – Il guardiano della luna e Ernest & Celestine, nominato agli Oscar®. Nel 2021 ha vinto un Emmy Award® come produttore esecutivo dell’animazione di Primal di Genndy Tartakovsky, per il quale è stato anche supervisore dell’animazione. Nel 2022, Chheng ha diretto con Jean-Christophe Roger il lungometraggio candidato ai Cesar Ernest e Celestine – L’avventura delle 7 note.

Titolo: “The Bandits of Golak”
Studio: 88 Pictures
Regista: Ishan Shukla

Ishan Shukla ha iniziato la sua carriera come artista di computer grafica a Singapore. Per oltre un decennio ha diretto progetti che vanno dagli spot televisivi alle serie e ai video musicali. Il suo cortometraggio animato del 2016, Schirkoa, è stato inserito nella lista degli Academy Awards® dopo aver ricevuto decine di premi e partecipato a 120 festival internazionali, tra cui il SIGGRAPH Asia dove è stato nominato “Best in Show”. In seguito ha creato il suo studio d’animazione per lavorare su lungometraggi animati per adulti, tra cui una versione lungometraggio di Schirkoa, che arriverà nei festival nell’estate del 2023.

Titolo: “The Pit”
Studios: D’art Shtajio e Lucasfilm Ltd.
Sceneggiatore, regista ed executive producer: LeAndre Thomas
Co-Regista: Justin Ridge

LeAndre Thomas è un pluripremiato scrittore e regista di Oakland, California, il cui ultimo film ha vinto il premio per la miglior regia al Pasadena International Film Festival. Oltre ai suoi film indipendenti, Thomas fa parte del team dello studio franchise di Lucasfilm Ltd., dove ha lavorato per più di 11 anni e dove è stato accreditato per titoli recenti come Light & Magic, The Mandalorian, Obi-Wan Kenobi, Star Wars: Tales of the Jedi e molti altri. Justin Ridge è l’executive producer della serie nominata agli Emmy® Star Wars Resistance. Tra i suoi lavori figurano anche Star Wars Rebels, Cicogne in missione, The Cleveland Show, Star Wars: The Clone Wars e Avatar – La leggenda di Aang.

Titolo: “Aau’s Song”
Studio: Triggerfish
Sceneggiatori e registi: Nadia Darries e Daniel Clarke

Nadia Darries è regista, animatrice e cofondatrice di Goon Valley Animation, con un’inclinazione per la scrittura di canzoni. Nata a Cape Flats in Sudafrica, dal 2015 lavora a film d’animazione e motion design di alto livello come animatrice, project manager, direttore creativo e regista. La sua esperienza comprende l’animazione presso i Triggerfish Animation Studios per i premiati film della BBC Stick Man, Revolting Rhymes e Highway Rat. Daniel Clarke è un regista e artista di Città del Capo che lavora nel campo dell’animazione, del cinema e dell’illustrazione. Ha iniziato la sua carriera nell’animazione nel 2008 presso i Triggerfish Animation Studios, dove ha ricoperto il ruolo di production designer, art director e regista in progetti come il lungometraggio Khumba, Stick Man della BBC e The Snail and the Whale. Nel 2018, insieme a James Clarke e Daniel Snaddon, ha completato la graphic novel Kariba.

La Tana del Cobra

La Tana del Cobra

La Tana Del Cobra e' una webzine indipendente e politicamente scorretta,
online dal 1999.

Siamo orgogliosi di dire ciò che realmente pensiamo nei nostri articoli come
nelle nostre recensioni, senza scendere a compromessi di comodo.
Ci occupiamo di politica, società, approfondimenti, recensioni, film, serie tv,
animazione, videogiochi, giochi da tavolo, giochi di ruolo, musica, manga,
storia, libri, podcast comici, podcast musicali e tanto altro ancora.

Link utili:

https://www.tanadelcobra.com/


https://www.facebook.com/LaTanaDelCobra/


https://twitter.com/TanaCobra


https://steamcommunity.com/groups/tanadelcobra/curation

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!