CorriereNerd.it

Empira presenta il progetto “Star Wars Nomads”

EmpiRa, uno dei gruppi più importanti di appassionati italiani di Star Wars, è da sempre affascinato dal mondo dietro le grandi storie raccontate nei film e nelle serie TV. In particolare, il gruppo si è sempre interessato al mondo creato da queste storie, un mondo decadente, sporco, usurato, polveroso e arrugginito. Ma ciò che affascina ancora di più sono le persone che vivono in questo mondo, con le loro storie che spesso vengono immaginate con grande divertimento.

I ragazzi di EmpiRa hanno dato vita al progetto “Nomads“, che consiste nella creazione di costumi “fai da te” ispirati a Star Wars.

I Nomads sono personaggi che, seppur non protagonisti, danno grande profondità all’ambientazione di Star Wars. Per capire appieno chi sono i Nomads, bisogna andare oltre i Jedi, i Mandaloriani e i protagonisti principali, e osservare gli angoli dello schermo, le parti sfocate e le comparse che danno vita al mondo di Star Wars. Questi personaggi sono meccanici, ex soldati, locandieri, lavoratori, cacciatori di taglie o semplici abitanti di un avamposto in un remoto pianeta dell’orlo esterno. Hanno perso tutto a causa della guerra.

Il progetto Nomads è un’iniziativa dedicata alla creazione di costumi immaginati interamente dai suoi creatori, ma che si ispirano fortemente all’estetica mostrata nei vari prodotti legati a Star Wars. Non ci sono Jedi, Sith o Mandaloriani; ci sono solo persone che, in qualche modo, rendono credibile l’ambientazione. Uno degli obiettivi principali del progetto è anche quello di supportare le Legioni ufficiali, rendendo le ambientazioni italiane ancora più credibili e coinvolgenti.

All’interno del gruppo dei Nomads ci sono meccanici, marconisti, cacciatori di taglie ed ex soldati. I loro costumi sono realizzati utilizzando parti di ricambio, vecchie radio e componenti vintage che hanno trovato una seconda vita in una galassia immaginaria. I personaggi sono sporchi, usurati e cercano di trasmettere l’atmosfera che si potrebbe provare in una periferia di Star Wars.

Uno degli obiettivi principali del progetto era anche quello di offrire linee guida per consentire a chiunque di creare il proprio costume, anche senza investire grandi capitali. Spesso, infatti, basta un semplice poncho e un paio di occhiali ben scelti per immergersi nel mondo dei Nomads . I dettagli come una cintura rovinata in pelle o stivali da moto usurati sono quelli che, sin dal lontano 1977, hanno creato l’aspetto visivo dei personaggi di Star Wars.

Il manifesto dei Nomads, riporta le regole utilizzate per la creazione dei costumi, ma in sostanza l’unico vero requisito è che i costumi siano rovinati, sporchi e in stile Star Wars. Il resto è tutto frutto dell’immaginazione di ognuno.

Per dare un’identità precisa al progetto, EmpiRa ha creato un logo rappresentante il teschio di una nutria in stile “Nomads “. Il termine “Noot” è stato inventato da uno dei creativi del gruppo, Gabriele Galli. I Noot sono una razza umanoide con caratteristiche simili a quelle delle nutrie, e sono un’aggiunta non presente nel canone di Star Wars. L’ispirazione per la scelta della nutria come simbolo deriva dalla sua presenza diffusa nel territorio dei membri del gruppo EmpiRa e dal desiderio di mantenere un legame con la propria terra natia. Inoltre, la nutria vive ai margini, nel fango e nascosta nei canali, senza godere di una buona reputazione, rendendola quindi la scelta perfetta come rappresentante dei Nomads.

EmpiRa ha realizzato anche “The Noot’s Den“, la tana dei Nomads, non un semplice stand ma un vero e proprio environment interattivo e itinerante dove è possibile incontrarsi e vivere l’esperienza che tutti i fan hanno sempre sognato. Il The Noot’s Den ha fatto la sua prima apparizione a Milano Gamesweek & Cartoomics 2023 e prossimamente farà la sua bella figura nelle principali fiere del fumetto e della pop culture italiane. Il The Noot’s Denè un progetto ambizioso per l’associazione, realizzato con il contributo di un gruppo di soci instancabili, che rappresenta la ciliegina sulla torta del progetto Nomads .

Per info: starwarsnomads.com.

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, creatore di Satyrnet.it, finalista nel 2019 di Italia's Got Talent, è considerato "il papà del Cosplay Italiano". Come uno dei primi sostenitori e promotori del fenomeno made in Japan in Italia, Gianluca, in 25 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di  settore Nerd e Pop, facendo diventare Satyrnet.it un punto di riferimento per gli appassionati. Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events e la Direzione Creativa di Next Group, due delle più importanti agenzie di eventi in Europa, Gianluca si occupa di creare experience e parchi a tema a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World, Luneur Park e LunaFarm cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico.
Per info e contatti gianlucafalletta.com

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!