CorriereNerd.it

Super/Man: The Christopher Reeve Story, una storia d’amicizia che commuove

Al Sundance Film Festival 2024 è stato presentato Super/Man: The Christopher Reeve Story, un documentario sulla vita dell’attore fino all’incidente che lo ha paralizzato dal collo in giù. Il film, realizzato con il coinvolgimento dei figli di Reeve, mostra anche la grande amicizia che legò l’attore a Robin Williams.

Uno dei momenti più toccanti del documentario è la cronaca della visita che Williams fece a Reeve in ospedale.

“Sono entrato fingendo di essere un proctologo russo, mi sono messo un guanto e ho detto: ‘Dovremo fare un’attenta analisi’”, racconta Williams in un’intervista d’archivio.

Reeves e Williams erano compagni di stanza alla Juilliard prima che Reeve diventasse la più grande star al mondo ottenendo il ruolo di Superman a soli 24 anni. L’amicizia tra i due fu salvifica, perché fu proprio Williams a sollevare il morale di Reeve dopo che l’attore aveva confessato a sua moglie Dana, sul letto d’ospedale: “Forse sarebbe meglio se me ne andassi”.

Williams fu anche colui che acquistò un furgone speciale adattato per portare Reeve agli Oscar 10 mesi dopo l’incidente. L’attore entrò poi nel comitato di quella che sarebbe diventata la Christopher & Dana Reeve Foundation, lottando per i diritti delle persone disabili.

Al funerale di Reeve, Williams lo definì suo fratello, “una roccia salda, io invece per lui ero caos”.

Il documentario mostra come l’amicizia tra Reeve e Williams sia stata un pilastro fondamentale per entrambi, nei momenti di gioia e di dolore.

A provocare un singhiozzo, nel documentario, è un momento in cui Glenn Close dice: “Ho sempre pensato che se Chris fosse ancora qui, Robin sarebbe ancora vivo”.

La frase di Close sembra suggerire che l’amicizia tra i due attori fosse così forte da poter resistere a qualsiasi cosa, anche alla morte.

Super/Man: The Christopher Reeve Story è un documentario toccante e commovente, che racconta la storia di un’amicizia che ha superato ogni ostacolo.

maio

maio

Massimiliano Oliosi, nato a Roma nel 1981, laureato in giurisprudenza, ma amante degli eventi e dell'organizzazione di essi, dal 1999 tramite varie realtà associative locali e nazionali partecipa ad eventi su tutto il territorio nazionale con un occhio particolare al dietro le quinte, alla macchina che fa girare tutto.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!