CorriereNerd.it

L’Uomo Ragno si avvolge nelle tenebre: un’ombra gotica su Spider-Man 4

Un’anticipazione serpeggia tra i fan, suggerendo una nuova e più cupa incarnazione di Spider-Man. Si attende con grande ansia Spider-Man 4, che potrebbe adottare i toni oscuri del Batman di Robert Pattinson, abbandonando la spensieratezza giovanile per abbracciare un destino più tetro. La trilogia di Tom Holland ha tracciato le origini di Peter Parker, trasformandolo da timido studente a eroe iconico. Ora, sembra che Peter sia pronto a indossare un mantello di ombre, consentendo a Spider-Man di diventare la sua unica vera identità.

L’incantesimo di Doctor Strange ha cancellato la memoria del mondo, relegando Peter Parker nell’oblio. Resta solo Spider-Man, un vigilante solitario che vaga per le strade di New York, consumato dal suo eroismo.

Questa nuova visione ricorda il Batman di Pattinson: Bruce Wayne quasi scompare, cedendo il posto al Cavaliere Oscuro, interamente votato alla lotta contro il crimine. Un destino simile potrebbe attendere Peter Parker, intrappolato nell’identità di Spider-Man. Questa metamorfosi ha suscitato l’entusiasmo dei fan: un Peter Parker sacrificato sull’altare della giustizia, un eroe consumato dal suo stesso simbolo. Un’evoluzione che guarda al gotico, tingendo di nero la ragnatela dell’Uomo Ragno.

Le domande sono molte: quanto dovremo aspettare per vedere questa nuova incarnazione? Sony Pictures manterrà questa promessa di oscurità? Come immaginate il futuro di Spider-Man?

Secondo quanto anticipato dall’insider Daniel Richtman, Sony prevede di iniziare le riprese di Spider-Man 4 questo autunno, con l’uscita del film nelle sale tra l’autunno e l’inverno del 2025. Questa sarebbe una mossa astuta, considerando che dopo le uscite estive di Spider-Man: Homecoming e Spider-Man: Far From Home, Sony ha sfiorato i due miliardi di dollari con l’uscita dicembrina di Spider-Man: No Way Home (e avrebbe facilmente superato quella soglia se fosse stato distribuito anche in Cina).

Per quanto riguarda la trama, si vocifera di tutto da mesi: Gatta Nera, Tobey Maguire e Andrew Garfield, Multiverso, guerra tra eroi di strada, Kingpin e crossover con Daredevil. Ora Richtman aggiunge un altro elemento prezioso: il pezzetto di simbionte Venom lasciato nel MCU nella scena post-credit di Spider-Man: No Way Home, che secondo le sue fonti avrà un ruolo nel film. Considerando il momento di difficoltà emotiva di Peter dopo la morte di zia May e la perdita di MJ (insieme alle possibili minacce di Kingpin contro i supereroi), cosa potrebbe essere più adatto di un simbionte?

La domanda rimane: Spider-Man cederà alle tenebre, diventando l’ombra di se stesso? Oppure troverà un equilibrio tra Peter Parker e il suo eroico alter ego? La risposta è nelle mani del destino, o forse tra le pagine del prossimo capitolo della sua leggenda.

maio

maio

Massimiliano Oliosi, nato a Roma nel 1981, laureato in giurisprudenza, ma amante degli eventi e dell'organizzazione di essi, dal 1999 tramite varie realtà associative locali e nazionali partecipa ad eventi su tutto il territorio nazionale con un occhio particolare al dietro le quinte, alla macchina che fa girare tutto.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!