CorriereNerd.it

Road House: un remake che non convince

Jake Gyllenhaal eredita il ruolo di Patrick Swayze nel remake di un successo inaspettato degli anni ’80, Road House, disponibile su Prime Video.

Un’occasione mancata

Il film di Doug Liman eredita tutti gli ingredienti dell’originale, ma li innesta in una cornice più solare e adolescenziale, perdendo la ruvidezza “notturna” del film del 1989.

Stile poco convincente

Le scene d’azione sono poco coinvolgenti e l’abuso di effetti speciali le rende troppo plastiche. Il sottotesto sui tormenti del protagonista è irrisolto e impedisce di prendere con leggerezza il film.

Un cast poco incisivo

Jake Gyllenhaal si sforza di dare sostanza al suo personaggio, ma incappa in un’ambiguità che non convince. Conor McGregor, al suo esordio da attore, è carismatico, ma il suo personaggio non è sviluppato a sufficienza.

Un film da dimenticare

Road House è un remake che non aggiunge nulla all’originale e non convince né come action movie né come dramma. Un film da dimenticare, se non per la performance di Conor McGregor.

maio

maio

Massimiliano Oliosi, nato a Roma nel 1981, laureato in giurisprudenza, ma amante degli eventi e dell'organizzazione di essi, dal 1999 tramite varie realtà associative locali e nazionali partecipa ad eventi su tutto il territorio nazionale con un occhio particolare al dietro le quinte, alla macchina che fa girare tutto.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!