CorriereNerd.it

La Famiglia Belier

La Famiglia Belier” di Eric Lartigau con Louane Emera, Karin Viard, François Damiens, Eric Elmosnino. Il film, che ha  vinto il premio Salamandre d’or (Premio del pubblico) al Sarlat Film Festival nel novembre 2014.

Tutti i componenti della famiglia Bélier sono sordomuti tranne Paula, la primogenita di 16 anni. Paula è un’interprete indispensabile per i suoi genitori e il fratello minore, preziosa per il funzionamento della loro fattoria. Un giorno, spinta dal suo insegnante di musica che ha scoperto il suo dono per il canto, decide di fare le selezioni per una nota scuola di canto parigina. Una scelta di vita che significherebbe la distanza dalla sua famiglia e un passaggio inevitabile all’età adulta. 

La protagonista Louane Emera, al suo esordio cinematografico, è stata scelta direttamente dal regista, dopo che un provino su 80 candidate adolescenti non è servito a individuare un soggetto adatto: nessuna di coloro che superano la selezione ha la voce giusta. Su consiglio di un amico, il regista segue la trasmissione tv «The Voice» dedicata ai giovani talenti del mondo della canzone, e sceglie infine Louane: una decisione vincente, dal momento che l’attrice si aggiudica con questa recitazione il premio César. La parte esige che l’attrice impari la lingua dei segni; le lezioni impegnano in maniera intensiva Louane Emera, quattro ore al giorno per oltre quattro mesi. Secondo l’attrice francese sorda Emmanuelle Laborit, il film ha creato degli stereotipi negativi alla comunità, alla cultura ed all’identità.

Anche secondo The Guardian il film è un insulto alla comunità sorda. Per il Premiere è stato irrispettoso nei confronti della cultura sorda e della lingua dei segni francese. Secondo alcuni dirigenti delle associazioni sordi, il film non rispecchia la realtà dell’identità sorda e anche secondo WebSourd il film ha suscitato un grande malumore nelle comunità sorde francesi.

Enrico Ruocco

Enrico Ruocco

Figlio della GOLDRAKE generation, l’amore che avevo da bambino per il fumetto è stato prima stritolato dall’invasione degli ANIME, poi dall’avvento dei Blockbuster e annientato completamente dai giochi prima per PC e poi per CONSOLE.
In seguito con l’arrivo del nuovo millennio, il tanto temuto millennium bug , ha fatto riaffiorare in me una passione sopita soprattutto grazie ad INTERNET.
Era il 2000 quando finalmente in Italia internet diventava sempre più commerciale, ed io decisi di iniziare la mia avventura sul web creando il mio sito TUTTOCARTONI. Sito nato da una piccola ricerca fatta fra quello che “tirava” sul web e le mie passioni. Sappiamo bene cosa tira di più sul web … sinceramente non lo ritenni adatto a me, poi c’era lo sport, altra mia passione ma campo altamente minato. Infine c’erano i cartoon e i fumetti…beh qua mi sentivo preparato e soprattutto pensavo di trovare un mondo PACIFICO…
Man mano che passava il tempo l’interesse si spostava sempre più verso il fumetto, ed oggi, nel 2017, guardandomi indietro e senza vantarmi troppo posso considerarmi un blogger affermato e conosciuto, uno dei padri degli eventi salernitani dedicati al mondo del fumetto ma soprattutto lettore di COMICS di ogni genere.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!