CorriereNerd.it

Dissennatori: esiste davvero il loro potere?

I Dissennatori sono creature oscure che appaiono nella saga di Harry Potter, creata dalla scrittrice J.K. Rowling. Sono esseri privi di anima che si nutrono della felicità e dei ricordi positivi delle persone, lasciandole in uno stato di tristezza e disperazione. Possono anche succhiare l’anima delle loro vittime con il cosiddetto bacio del Dissennatore, che le riduce a gusci vuoti. I Dissennatori sono stati usati dal Ministero della Magia come guardiani della prigione di Azkaban, ma in seguito si sono schierati con Lord Voldemort, il principale antagonista della serie. I Dissennatori sono tra le creature più temute e pericolose del mondo magico, e l’unico modo per difendersi da loro è usare l’Incanto Patronus, che crea una forma animale di luce che li respinge!

Queste creature, frutto della fantasia dell’autrice potrebbero avere una “base scientifica” in grado di spiegare l’impatto malefico che avrebbero, nella realtà, sul nostro cervello. Questa spiegazione si basa sulla neuroscienza e sui neurotrasmettitori come la dopamina e la serotonina, che sono due molecole chiave nel nostro corpo e svolgono un ruolo cruciale nelle nostre emozioni, influenzando direttamente il nostro stato mentale.

La dopamina è una sostanza chimica che viene rilasciata nel nostro cervello quando proviamo una sensazione di piacere temporaneo. La dopamina è coinvolta nel movimento, nella coordinazione e nelle sensazioni di piacere e ricompensa. La serotonina, invece, è una sostanza chimica simile alla dopamina, ma che crea un sentimento di felicità o benessere più duraturo. La serotonina è coinvolta nelle emozioni, ma anche nella digestione e nel metabolismo.

Quando i Dissennatori si avvicinano alle persone, sono in grado di assorbire a distanza queste sostanze chimiche dal cervello delle loro vittime, provocando effetti devastanti come la perdita di ricordi, la depressione e la mancanza di motivazione. La presenza dei Dissennatori è una metafora di un profondo vuoto emotivo, che lascia le persone prive di qualsiasi sensazione di gioia.

Per fortuna, il mondo di Harry Potter offre anche una soluzione a questo terribile problema: il Patronus. Questo incantesimo, che ha un significato scientifico profondo, rappresenta una difesa neurochimica, un baluardo di dopamina contro la minaccia dei Dissennatori stessi. La battaglia contro queste creature oscure diventa quindi una metafora della lotta per mantenere l’equilibrio mentale ed emotivo nella vita reale.

Il Patronus può essere interpretato come una manifestazione simbolica di un aumento di queste sostanze chimiche nel cervello, una sorta di “scudo neurochimico” contro i Dissennatori. Il Patronus è una forma animale di luce che rappresenta il ricordo più felice della persona che lo evoca. Questo ricordo stimola la produzione di dopamina e serotonina nel cervello, creando una sensazione di benessere e di forza interiore. Questo collegamento tra la narrazione fantastica e la scienza reale rende la storia di Harry Potter ancora più affascinante, fornendo un parallelismo tra la lotta contro le forze oscure e il mantenimento dell’equilibrio emotivo e mentale nella vita di tutti i giorni.

Satyrnet

Satyrnet

C'è un mondo intero, c'è cultura, c'è Sapere, ci sono decine di migliaia di appassionati che come noi vogliono crescere senza però abbandonare il sorriso e la capacità di sognare.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!