CorriereNerd.it

Brasile e Nuvole. Trent’anni e più di incanto e disincanto

La prima volta che Bruno Barba è stato in Brasile, complice uno zio emigrato a San Paolo, era il 1990. L’ultima invece è stata lo scorso inverno (2023): nel paese appena uscito dagli anni di Bolsonaro e di nuovo guidato da Lula. In questi 30 anni, da quando Barba era un giovane studente di antropologia ad oggi, sono stati svariati i soggiorni che ha compiuto nel più grande paese sudamericano, tanto da creare con questa terra un legame indissolubile. In Brasile e nuvole. Trent’anni e più di incanto e disincanto, in uscita il prossimo 3 novembre per Milieu Edizioni, Barba racconta per la prima volta il paese da dentro e le sue tante scoperte fatte di ricerca e incontri con i maggiori esponenti culturali del Paese, alternando i ricordi con il racconto in presa diretta dell’ultimo viaggio.

Mauro Berruto ha commentato:

«Bisogna guardare le cose da un’angolazione diversa per scoprire, come un ragazzo  brasiliano mi disse, che non è vero che Rio de Janeiro è la città più bella del mondo.  La città più bella del mondo è Niterói, che sorge proprio di fronte, dall’altra parte della  Baia di Guanabara, perché è da lì che si può vedere tutta l’infinta bellezza di Rio de  Janeiro, il capolavoro della natura. A questo serve il libro di Bruno Barba: a farci  affacciare da un meraviglioso belvedere dal quale godere di tutte le contraddizioni e  incantamenti del Brasile, terra adorada»

Da San Paolo a Bahia, passando per Rio, sulle tracce dei personaggi dei libri di  Amado, raccontando di candomblé e tradizioni, ma anche di calcio e di Carnevale. La  progressiva scoperta dei misteri del Brasile, periferia dell’Impero, terra che  nell’immaginario appare come bellissima, verde, vergine e selvaggia, che nasconde  aspetti traumatici e spesso irrisolti. Barba, studiando le feste popolari, si ritrova nel  mondo magico degli orixás, periferico eppure così marcante. Studia il meticciato culturale imparando parole, visioni e attitudini nuove: mostrandoci un Brasile, oggi di  nuovo attraversato da pulsioni razziste e ultraconservatrici, sempre in grado di  mostrare la sua faccia più vera, disinvolta, ribelle e anticonformista.

BRUNO BARBA insegna Antropologia all’Università di Genova. Studia il meticciato in Brasile  e si occupa di sport e di calcio in particolare. Tra i suoi libri: Un antropologo nel pallone (Meltemi), Rio de Janeiro (Odoya), San Paolo (Odoya), Calciologia. Per un’antropologia del  football (Mimesis), Il corpo, il rito, il mito (Einaudi).

Enrico Ruocco

Enrico Ruocco

Figlio della GOLDRAKE generation, l’amore che avevo da bambino per il fumetto è stato prima stritolato dall’invasione degli ANIME, poi dall’avvento dei Blockbuster e annientato completamente dai giochi prima per PC e poi per CONSOLE.
In seguito con l’arrivo del nuovo millennio, il tanto temuto millennium bug , ha fatto riaffiorare in me una passione sopita soprattutto grazie ad INTERNET.
Era il 2000 quando finalmente in Italia internet diventava sempre più commerciale, ed io decisi di iniziare la mia avventura sul web creando il mio sito TUTTOCARTONI. Sito nato da una piccola ricerca fatta fra quello che “tirava” sul web e le mie passioni. Sappiamo bene cosa tira di più sul web … sinceramente non lo ritenni adatto a me, poi c’era lo sport, altra mia passione ma campo altamente minato. Infine c’erano i cartoon e i fumetti…beh qua mi sentivo preparato e soprattutto pensavo di trovare un mondo PACIFICO…
Man mano che passava il tempo l’interesse si spostava sempre più verso il fumetto, ed oggi, nel 2017, guardandomi indietro e senza vantarmi troppo posso considerarmi un blogger affermato e conosciuto, uno dei padri degli eventi salernitani dedicati al mondo del fumetto ma soprattutto lettore di COMICS di ogni genere.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!