CorriereNerd.it

“In fondo al pozzo”: il fumetto di Zerocalcare sulla vicenda di Ilaria Salis

Zerocalcare, il celebre fumettista romano, ha dedicato una storia a fumetti alla vicenda di Ilaria Salis, l’antifascista italiana arrestata in Ungheria con l’accusa di aver aggredito dei neonazisti durante una manifestazione. Il fumetto, intitolato “In fondo al pozzo”, è stato pubblicato sul numero 1545 della rivista Internazionale e reso disponibile online gratuitamente.

Il fumetto racconta le vicende giudiziarie attraversate nell’ultimo anno da Ilaria Salis, 39 anni, insegnante di italiano per stranieri a Budapest. Il 11 febbraio 2023, durante il Giorno dell’Onore, uno dei principali raduni neonazisti europei, Salis viene arrestata con altre due persone con l’accusa di aver ferito due manifestanti di estrema destra, appartenenti al gruppo Blood and Honour. Secondo la procura ungherese, Salis avrebbe agito nell’ambito di un’associazione a delinquere tedesca, l’Hammerband, e rischierebbe fino a 20 anni di carcere.

Da allora, Salis è confinata in un carcere di massima sicurezza di Budapest, dove subisce condizioni disumane e degradanti. Gli avvocati difensori denunciano la mancanza di prove, la violazione dei diritti umani e la natura politica del processo. Le immagini di Salis portata in aula in catene, con le manette ai polsi e i piedi legati da cinture di cuoio chiusi con lucchetti, hanno suscitato sdegno e indignazione in Italia e nel mondo.

Zerocalcare, con il suo stile ironico e graffiante, cerca di fare luce su questa intricata vicenda, mettendo in evidenza le contraddizioni e le responsabilità del sistema giudiziario ungherese, ma anche le complicità e le omissioni del governo italiano. Il fumettista non si limita a raccontare i fatti, ma li inquadra nel contesto politico e sociale dell’Ungheria, governata da Viktor Orban, il leader populista e autoritario che ha fatto dell’antieuropeismo, della xenofobia e dell’antisemitismo i suoi cavalli di battaglia.

“In fondo al pozzo” è una storia di nazisti, di galera e di responsabilità, ma anche di solidarietà, di resistenza e di speranza. È una storia che ci riguarda tutti, perché ci ricorda che la democrazia, i diritti e la libertà non sono mai scontati, ma vanno difesi e conquistati ogni giorno. È una storia che merita di essere letta, condivisa e diffusa, perché la verità e la giustizia possano trionfare.

Per leggere il fumetto di Zerocalcare, clicca qui.

maio

maio

Massimiliano Oliosi, nato a Roma nel 1981, laureato in giurisprudenza, ma amante degli eventi e dell'organizzazione di essi, dal 1999 tramite varie realtà associative locali e nazionali partecipa ad eventi su tutto il territorio nazionale con un occhio particolare al dietro le quinte, alla macchina che fa girare tutto.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Nerd Artists Collective

Seguici

Facebook Page
Instagram

Iscriviti a Satyrnet

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!