CorriereNerd.it

Il mistero svelato di Pollon, la principessa del Monte Olimpo

Pollon è una bambina vivace e curiosa che vive nel Monte Olimpo, la dimora degli dei della mitologia greca. Figlia del dio del sole Apollo, Pollon sogna di diventare una dea, ma per farlo deve superare una serie di prove e disavventure, spesso causate dalla sua stessa irruenza e ingenuità. Insieme al suo amico Eros, il dio dell’amore, Pollon si imbatte in vari personaggi della mitologia, come Zeus, Afrodite, Ade, Dioniso, Poseidone e molti altri, che vengono rappresentati in modo ironico e caricaturale dall’autore Hideo Azuma.

Pollon è un manga shōjo scritto e disegnato da Hideo Azuma, pubblicato a partire dal 1977 dall’editore Akita Shoten sulla rivista Princess. Dal manga è poi stato tratto un adattamento anime dal titolo C’era una volta… Pollon, prodotto da Fuji Television, composto da 46 episodi e trasmesso tra il 1982 e 1983. Il manga viene pubblicato in Italia per la prima volta nel 2001 dalla Lexy Production in quattro volumi. In Italia la serie anime è stata trasmessa per la prima volta su Italia 1 nel 1984. La sigla italiana è interpretata da Cristina D’Avena, è scritta da Piero Cassano dei Matia Bazar e dalla mai abbastanza compianta Alessandra Valeri Manera, e si intitola Pollon, Pollon combinaguai.

Pollon è una serie divertente e leggera, che si ispira alla mitologia greca con spirito parodistico e umoristico. L’autore non si preoccupa di rispettare la fedeltà ai miti originali, ma li rielabora a suo modo, creando situazioni comiche e surreali. I personaggi sono tutti simpatici e caratterizzati da tratti distintivi, come il naso a patata di Eros, la barba folta di Zeus, la bellezza di Afrodite, la golosità di Dioniso, la severità di Ade e così via. Pollon è la protagonista indiscussa, con la sua personalità vivace, altruista, testarda e combina guai. Il suo sogno di diventare una dea è il filo conduttore della storia, che la porta a vivere molte avventure e a conoscere molti dei e dee. Il suo rapporto con Eros è molto tenero e amichevole, e spesso i due si trovano a collaborare o a litigare per le loro divergenze di carattere. Il manga ha uno stile grafico semplice e pulito, tipico del shōjo degli anni ’70, con un tratto rotondo e morbido. L’anime ha una qualità di animazione discreta, con un character design fedele al manga e una colonna sonora allegra e orecchiabile.

Il mistero del Talco Svelato

Pollon, la piccola dea con le treccine dorate e il sorriso contagioso, è un’icona degli anni ’80 che ha conquistato il cuore di intere generazioni con le sue avventure tra gli dei dell’Olimpo. Ma c’è un segreto che si nasconde dietro la sua filastrocca più famosa, quella del “talco che dà allegria”.

In Italia, il motivetto recitava: “Sembra talco ma non è… serve a darti l’allegria, se lo mangi o lo respiri, ti dà subito l’allegria!”. Un testo scanzonato che, con il senno di poi, ha sollevato diverse perplessità, soprattutto alla luce della tragica discesa del creatore del manga originale, Hideo Azuma, negli abissi della dipendenza da droghe e alcol.

 

Tuttavia, la verità è ben diversa. Nella versione originale giapponese, la filastrocca di Pollon non fa alcun riferimento al talco, bensì a qualcosa di molto più innocente e adatto a un pubblico di bambini. Come spiega Sayaka, content creator italo-giapponese su Instagram, la traduzione corretta recita: “Orso, orso, Nahaha [il nome giapponese del dottor Cha Cha Cha]. Chon! [il suono onomatopeico del sorriso di Pollon]”.

Un testo semplice e gioioso che rispecchia perfettamente la natura spensierata e un po’ impertinente della piccola dea. Un personaggio che, con la sua simpatia e il suo coraggio, ha insegnato a tante generazioni il valore dell’amicizia, dell’amore e della perseveranza. Pollon, dunque, non solo ci ha regalato avventure indimenticabili, ma ci ha anche ricordato che la vera “allegria” non si trova in sostanze effimere, ma nella semplicità delle piccole cose e nella bellezza dell’animo umano. Un messaggio di speranza e positività che continua a risuonare forte, a distanza di decenni, proprio come il sorriso contagioso di Pollon.

Pollon è una serie adatta a un pubblico di bambini o comunque a un pubblico giovane, che cerca una lettura o una visione spensierata e divertente. Il manga e l’anime sono in grado di far sorridere e di trasmettere allegria, grazie alla simpatia dei personaggi e alla comicità delle situazioni. Pollon è anche un modo originale e fantasioso di avvicinarsi alla mitologia greca, pur senza pretese di accuratezza storica o culturale. Pollon è una serie che ha saputo conquistare il cuore di molti lettori e spettatori, sia in Giappone che in Italia, diventando un classico intramontabile.

maio

maio

Massimiliano Oliosi, nato a Roma nel 1981, laureato in giurisprudenza, ma amante degli eventi e dell'organizzazione di essi, dal 1999 tramite varie realtà associative locali e nazionali partecipa ad eventi su tutto il territorio nazionale con un occhio particolare al dietro le quinte, alla macchina che fa girare tutto.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Nerd Artists Collective

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!