CorriereNerd.it

Narni tra storia e Leggende

Narni è un’antica cittadina medievale situata in provincia di Terni. Il suo centro storico è un vero gioiello caratterizzato da viette pittoresche, scorci suggestivi, scalinate e piazze affascinanti, oltre a tipiche botteghe. Questa città si trova nel cuore del Bel Paese e offre bellezze naturali e culturali, ma anche un paesaggio sotterraneo misterioso e affascinante. Grazie al territorio, al clima favorevole e alla tradizione agricola, le Terre di Narnia vantano una vasta gamma di prodotti gastronomici di alta qualità che caratterizzano la cucina locale.

La storia di Narni si mescola con la leggenda.

L’area intorno alla città era abitata già nel Paleolitico, come dimostrano i ritrovamenti nelle grotte presenti nel territorio. Si stima che l’insediamento abbia circa 2700 anni e che sia stato chiamato Nequitum nell’antichità. Nel 300 a.C., Narni divenne di interesse per Roma, che cercò di assediarla con il console Quinto Appuleio Pansa. Nonostante la posizione impervia della città, ci volle più di un anno per conquistarla. Solo grazie al tradimento di due abitanti locali, i Romani riuscirono ad entrare all’interno delle mura. Da quel momento, la città divenne una colonia romana e un centro strategico lungo la via Flaminia. I Romani cambiarono il nome della città da Nequitum a Narnia, prendendo spunto dal fiume vicino (l’attuale Nera). Non si hanno molte informazioni sulla città durante questo periodo, ma si ritiene che abbia avuto un ruolo di rilievo durante le prime due guerre puniche. Recentemente è stato scoperto un sito archeologico che sembra essere un cantiere navale romano lungo il fiume Nera, vicino alla frazione di Stifone, dove un tempo si trovava il porto della città romana.

Durante il Medioevo, Narni divenne un libero comune e fu poi incorporata nello Stato della Chiesa. Tuttavia, la città mantenne la sua identità autonoma dopo l’unificazione italiana. La Narni moderna ha avuto un’evoluzione separata nella pianura sottostante, attratta dall’importanza del fiume e della ferrovia. Lo sviluppo industriale di Narni ebbe inizio alla fine dell’Ottocento.

Una leggenda narnese racconta che, in epoca medievale, tra Narni e Perugia vivesse un Grifone. Le due città, in guerra tra loro, si unirono per sconfiggerlo. Dopo averlo ucciso, Perugia si tenne le ossa del Grifone (bianche) e Narni la pelle (rossa). Questa leggenda spiega perché il Grifone di Perugia sia bianco e quello di Narni rosso.

Non è noto con precisione quando Narnia abbia cambiato il suo nome in Narni, ma è probabile che sia avvenuto gradualmente a partire dal XIII secolo, diventando effettivo dopo la Rivoluzione francese. Tuttavia, fino alla fine del XIX secolo, si trovavano ancora iscrizioni e scritte ufficiali con l’antico nome di Narnia. È proprio da questo antico nome che C.S. Lewis trasse ispirazione per la sua eccezzionale saga letteraria “Le Cronache di Narnia”. Infatti, la serie di romanzi, tradotta in numerose lingue e venduta in milioni di copie, ha radici in Italia e, più precisamente, a Narni:Lewis trovò il nome antico di Narnia su un’antica mappa geografica latina.

Redazione

Redazione

C'è un mondo intero, c'è cultura, c'è Sapere, ci sono decine di migliaia di appassionati che, come noi, vogliono crescere senza però abbandonare il
sorriso e la capacità di sognare.

Satyrnet.it vuole aiutare tutti gli appassionati che si definiscono "NERD"
a comunicare le proprie iniziative e i propri eventi: se volete inviare il
vostro contenuto per una pronta condivisione sul nostro network, l'indirizzo è press@satyrnet.it !
Aspettiamo le vostre idee!

Nuovo commento

Cosplayer Italiani

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Nerd Artists Collective

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!