CorriereNerd.it
CrunchyRoll Manga

La digitalizzazione dei Fumetti per combattere l’Impatto Ambientale della Carta

Nell’era della digitalizzazione, l’uso della carta per giornali, libri riviste e fumetti è diventato uno dei principali ostacoli nella lotta contro il cambiamento climatico. L’industria della carta ha un notevole impatto ambientale che va oltre la deforestazione e include la produzione di sostanze chimiche inquinanti e una vasta quantità di rifiuti. Tuttavia, nel settore dei fumetti (che è quello che interessa di più a noi nerd), la digitalizzazione potrebbe essere la chiave per ridurre significativamente l’impatto ambientale della carta e aprire la strada a nuovi modelli di fruizione dei contenuti. In questo articolo, esploreremo l’impatto ambientale della carta e come la digitalizzazione dei fumetti può aiutare a mitigarlo.

L’Impatto Ambientale della Carta

La produzione di carta richiede grandi quantità di acqua, energia e prodotti chimici. L’estrazione di fibre dalle foreste per la produzione di carta porta alla deforestazione e alla perdita di habitat naturali per flora e fauna. La deforestazione, a sua volta, contribuisce all’aumento delle emissioni di gas serra, uno dei principali fattori del cambiamento climatico. Inoltre, i processi di produzione chimica utilizzati per sbiancare e trattare la carta possono rilasciare sostanze inquinanti nell’ambiente, minacciando la qualità dell’aria e dell’acqua.

Oltre all’aspetto della produzione, lo smaltimento della carta rappresenta un problema significativo. Molti prodotti a base di carta, come giornali, riviste e fumetti, finiscono spesso in discariche, contribuendo all’inquinamento del suolo e alla produzione di gas serra durante la decomposizione.

Digitalizzazione dei fumetti: Un’Alternativa Sostenibile

La digitalizzazione offre un’alternativa ecologica per la distribuzione e la fruizione dei fumetti, che vengono resi disponibili in formato digitale (e-comics, o webcomics) eliminando la necessità di carta, stampa e trasporto fisico. Questo passaggio verso il digitale può ridurre significativamente l’impatto ambientale dell’industria dei fumetti e promuovere un modello di consumo più sostenibile.

Vantaggi della Digitalizzazione dei Fumetti

  1. Risparmio di Risorse: La distribuzione digitale dei fumetti elimina la necessità di abbattere alberi per la carta, riducendo così la deforestazione e il consumo di acqua ed energia necessaria per la produzione.
  2. Riduzione dei Rifiuti: I fumetti digitali non generano rifiuti di carta, contribuendo a ridurre il volume complessivo di rifiuti solidi e l’inquinamento associato alla loro smaltimento.
  3. Accessibilità Globale: La distribuzione digitale consente un accesso immediato ai fumetti per un pubblico globale senza limitazioni geografiche o di disponibilità fisica.
  4. Interattività e Innovazione: La digitalizzazione apre nuove possibilità per l’interattività e l’innovazione nella presentazione dei fumetti, consentendo nuove forme di narrazione e coinvolgimento del lettore.
  5. Archiviazione e Conservazione: I fumetti digitali possono essere archiviati facilmente su dispositivi e cloud, risparmiando spazio fisico e contribuendo alla conservazione dei fumetti nel tempo.

Promuovere la Digitalizzazione Responsabile

Per massimizzare l’efficacia della digitalizzazione dei fumetti nell’arginare l’impatto ambientale della carta, è importante adottare anche approcci responsabili. Qui ci sono alcune idee:

  1. Sostenibilità nella Produzione Digitale: L’energia necessaria per supportare i server e i dispositivi digitali deve provenire da fonti rinnovabili per garantire che il passaggio alla digitalizzazione non trasferisca l’inquinamento dal settore della carta a quello dell’elettronica.
  2. Reciclaggio e Smaltimento Responsabile dei Dispositivi: Poiché i dispositivi elettronici hanno un ciclo di vita limitato, è essenziale incoraggiare il riciclaggio e il corretto smaltimento dei dispositivi obsoleti per ridurre il loro impatto ambientale.
  3. Sensibilizzazione e Educazione: Informare il pubblico sulle conseguenze ambientali della produzione di carta e promuovere i benefici della digitalizzazione può incentivare un cambiamento di mentalità e comportamento.
  4. Collaborazione dell’Industria: Produttori di fumetti, editori e piattaforme digitali possono collaborare per sviluppare strategie sostenibili e ridurre l’impatto complessivo dell’industria dei fumetti sull’ambiente. Per fare un esempio: CrunchyRoll, popolare piattaforma digitale per Anime, ha la sezione CrunchyRoll Manga, per poter leggere gratuitamente (e legalmente) da sito, ma anche da app Android e iOs

Quindi dobbiamo leggere solo in digitale se vogliamo salvare il pianeta?

Assolutamente no. Quello che ho voluto dire con questo articolo è semplicemente che, grazie al digitale, possiamo ridurre l’impatto ambientale della produzione e lavorazione della carta. Quindi se scegliamo di leggere in maniera consapevole, possiamo contribuire alla salvaguardia dell’ambiente. Non tutti i manga che leggiamo alla fine ci piacciono e molte volte ci troviamo la libreria piena di collezioni incomplete, o di soli numeri 1. Se iniziassimo, ad esempio, a leggere qualche titolo online, per poi cominciare ad acquistarlo fisicamente in un secondo momento perché ci attira particolarmente e vogliamo il volumetto da collezionare, sarebbe già un passo avanti.

In conclusione, il passaggio alla digitalizzazione dei fumetti offre un’opportunità senza precedenti per ridurre l’impatto ambientale della carta e avanzare verso un modello di distribuzione più sostenibile. Con l’adozione di approcci responsabili e la sensibilizzazione del pubblico, possiamo preservare l’arte dei fumetti mentre proteggiamo il nostro pianeta per le generazioni future.

Roberto Romagnoli

Roberto Romagnoli

Nato sul pianeta Terra nel 1981, ma cittadino dell'universo.
Conosciuto in rete anche come Ryoga777, RyoGa o Ryoga Wonder.
Cantante degli X-Italy, band attiva tra il 2004 e il 2006, prima in Italia a proporre cover degli X-Japan. Successivamente canta anche nei Revolution, altra band italiana ispirata al mondo del Visual-Kei Giapponese e al Glam americano.
Negli anni si è occupato spesso di organizzazione di eventi a tema JRock, Cosplay, Manga e Musica in generale collaborando spesso con l'associazione Japanimation. È stato anche redattore di L33T, programma per ragazzi in onda su Rai 2 e Rai Futura tra il 2006 e il 2007.
Caporedattore e responsabile per l'Italia di Nippon Project e Presidente delle associazioni VK Records (etichetta discografica indipendente) e Steel Music Promotion (media dedicato alla musica e all'organizzazione di concerti)

Gamer incallito.

Il suo lato geek, sopito fino a qualche anno fa, ha cominciato a farsi sentire sempre più prepotentemente. Quindi alla fine ha deciso di aprirsi il suo blog geek robertoromagnoli.com e ha cominciato a scrivere anche su siti a tema gaming e tecnologia, tra cui Akiba Gamers e Stolas Informatica.

Amante di tutto ciò che riguarda la tecnologia, l'informatica, anime e manga, ma innamorato anche di DC Comics e Marvel.

Fondamentalista Trekkie, da quando c'è il covid e non ci si può più stringere la mano, ha trovato la scusa per fare il saluto vulcaniano.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Nerd Artists Collective

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!