CorriereNerd.it

Due nuovi asteroidi vicini alla Terra scoperti dal telescopio cinese WFST

Due nuovi asteroidi vicini alla Terra, mai rilevati prima d’ora, sono stati scoperti dal Wide Field Survey Telescope (WFST), un telescopio situato nella provincia del Qinghai, nella Cina nord-occidentale.

I due corpi celesti, classificati come Near Earth Asteroids (NEA), sono stati avvistati per la prima volta il 18 dicembre 2023.

Uno dei due asteroidi, chiamato 2023 WX1, è stato classificato come un asteroide “potenzialmente pericoloso”, avendo una “distanza minima di intersezione dell’orbita terrestre di 0,0416 unità astronomiche”, pari a 6,22 milioni di km.

L’altro asteroide, chiamato 2023 WB2, ha una distanza minima di intersezione dell’orbita terrestre di 0,038 unità astronomiche, pari a 5,44 milioni di km.

Entrambi gli asteroidi hanno una dimensione di circa 170 metri.

I rischi di un asteroide vicino alla Terra

Gli asteroidi potenzialmente pericolosi sono monitorati costantemente dalle agenzie spaziali, come la NASA, che valutano il loro rischio di collisione con la Terra e le possibili conseguenze.

In caso di impatto di un asteroide con la Terra, le conseguenze dello schianto variano a seconda delle dimensioni, della velocità e del luogo di caduta del meoteorite.

Gli asteroidi più piccoli, di pochi metri di diametro, si disintegrano nell’atmosfera e non causano danni significativi.

Al contrario, quelli più grandi, di dimensioni di centinaia di metri o chilometri, possono invece avere effetti catastrofici, come esplosioni o onde d’urto che distruggono tutto ciò che si trova nel raggio di molti chilometri, ma possono formare anche crateri, che alternano la morfologia della superficie terrestre, innescare eruzioni vulcaniche o terremoti, oppure tsunami, nel caso in cui l’impatto avvenga in mare.

Possono altresì scatenare incendi, a causa del calore che si genera durante l’impatto, sollevare nubi di polvere e cenere, che possono bloccare la luce solare, creando un abbassamento delle temperature e riducendo la fotosintesi delle piante, con conseguenze come carestie e estinzioni, dovute alla scarsità di cibo, acqua e ossigeno per gli esseri viventi.

Le probabilità di impatto di un asteroide contro la Terra

Le probabilità di impatto di un asteroide di grandi dimensioni contro la Terra è molto bassa ma, come detto, non è nulla.

Secondo la NASA, la possibilità che un asteroide di grandi dimensioni (un chilometro o più) colpisca il pianeta è di una volta ogni 600.000-700.000 anni.

Tuttavia, essendoci però molti asteroidi vicini alla Terra non ancora scoperti e che potrebbero rappresentare una minaccia non prevista, l’Agenzia spaziale americana e le altre agenzie spaziali monitorano costantemente la situazione.

Conclusione

La scoperta dei due nuovi asteroidi vicini alla Terra è un importante passo avanti nella ricerca di questi corpi celesti potenzialmente pericolosi.

Il monitoraggio costante di questi asteroidi da parte delle agenzie spaziali è fondamentale per ridurre il rischio di un impatto con la Terra.

maio

maio

Massimiliano Oliosi, nato a Roma nel 1981, laureato in giurisprudenza, ma amante degli eventi e dell'organizzazione di essi, dal 1999 tramite varie realtà associative locali e nazionali partecipa ad eventi su tutto il territorio nazionale con un occhio particolare al dietro le quinte, alla macchina che fa girare tutto.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Nerd Artists Collective

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!