CorriereNerd.it

“つづく”, la scritta che ha tenuto incollati davanti alla tv i bambini degli anni ’70 e ’80

Le serie animate giapponesi degli anni ’70 e ’80, in particolare quelle legate ai generi mecha e sci-fi, hanno lasciato un segno indelebile nella memoria di molti appassionati. I pomeriggi dei bambini di allora erano scanditi dall’appuntamento con le avventure di Goldrake, Jeeg Robot d’acciaio, Mazinga Z e tanti altri eroi dei cartoni animati provenienti dal Sol Levante.

In quegli anni, la televisione italiana trasmetteva questi anime in maniera frammentaria, con episodi che venivano trasmessi a settimane o addirittura a mesi di distanza. Questo rendeva ancora più avvincente la visione, perché i bambini dovevano aspettare con ansia il prossimo episodio per scoprire come sarebbe proseguita la storia.

A volte, al termine di un episodio, compariva sullo schermo una misteriosa scritta in lingua giapponese: つづく. Questa scritta, che in italiano significa “continua”, era un modo per tenere i bambini incollati davanti alla tv, in attesa del prossimo appuntamento con le loro serie preferite.

Il significato di つづく

La scritta つづく è la forma intransitiva del verbo “continuare”. In italiano, può essere tradotta come “continua”, “continuerà”, “rimandato a”, “rimane da vedere”.

In pratica, la scritta つづく indicava che la storia non era ancora conclusa e che sarebbe proseguita nell’episodio successivo. Questo poteva significare che il protagonista si trovava in una situazione pericolosa, che la battaglia era ancora in corso o che un mistero doveva ancora essere svelato.

L’effetto di つづく

La scritta つづく aveva un effetto molto potente sui bambini di quegli anni. Creava suspense e aspettativa, rendendo la visione dei cartoni animati ancora più coinvolgente.

I bambini erano costretti a immaginarsi cosa sarebbe successo nel prossimo episodio e questo li faceva stare con il fiato sospeso. In questo modo, le serie animate giapponesi riuscivano a mantenere alto l’interesse del pubblico, anche se gli episodi venivano trasmessi a distanza di tempo.

Un esempio: Goldrake

Un esempio di come la scritta つづく potesse essere utilizzata è l’episodio 73 di UFO Robot Goldrake, intitolato “Scontro finale”. In questo episodio, Actarus è in balìa del mostro pilotato da Lady Gandal. L’episodio si conclude con la scritta つづく, che lascia i bambini con il fiato sospeso, in attesa di conoscere il destino del loro eroe preferito.

Conclusione

La scritta つづく è un piccolo dettaglio che ha contribuito a rendere le serie animate giapponesi degli anni ’70 e ’80 così memorabili. È un simbolo di un’epoca in cui la televisione era un mezzo di intrattenimento ancora più potente di oggi e in cui i bambini erano costretti a immaginare il seguito delle storie che amavano.

maio

maio

Massimiliano Oliosi, nato a Roma nel 1981, laureato in giurisprudenza, ma amante degli eventi e dell'organizzazione di essi, dal 1999 tramite varie realtà associative locali e nazionali partecipa ad eventi su tutto il territorio nazionale con un occhio particolare al dietro le quinte, alla macchina che fa girare tutto.

Aggiungi commento

Cosplayer Italiani

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Seguici su Telegram

Dona un soldo ai tuoi Satyri

Nerd Artists Collective

Iscriviti alla Newsletter

* = campo richiesto!

powered by MailChimp!